Arezzo Città del Vasari, col suo Acquedotto che da secoli disseta la città, con le sue Logge che incorniciano Piazza Grande. Firma di un autore che sopravvive ai secoli, come la sua dimora storica, rifugio d’artista costruito ad immagine e somiglianza dal Maestro. Fuga dalla frenesia dei suoi continui viaggi tra Roma e Firenze. A Casa Vasari è custodito l’animo dell’illustre artista aretino, che attorno al 1540 ne volle disegnare tratto dopo tratto la sistemazione e l’arredo.

Come fu per il Maestro stesso, questa casa-museo è il luogo ideale per prendersi il proprio tempo e godere delle eccellenze della vita. Salendo la scalinata di casa raggiungiamo il piano nobile dove ci attendono le stanze affrescate dal maestro. Parte qui la nostra visita col naso all’insù, per catturare tutte le sfumature, le storie e le allegorie narrate da Vasari.

L’edificio di gusto manierista è la sede del Museo di Casa Vasari e dell’annesso archivio, dove sono conservate, tra l’altro, lettere autografe e private di Michelangelo, Pio V e Cosimo I. Un dono inestimabile per rileggere il Cinquecento e il Rinascimento attraverso le voci che hanno fatto la storia dell’Umanità e riscoprire questi Grandi meravigliosamente umani. 

Il Museo di Casa Vasari

Esperienze suggerite