Il Castello dei Conti Guidi di Poppi

Il Castello dei Conti Guidi che dell’alto domina e protegge la valle del Casentino

Imponente e bellissimo. E’ il Castello di Poppi che giunge fino a noi dal lontano Trecento. Fascino medievale e cuore di pietra per questo gigante pieno di misteri e custode di capolavori. Ogni pietra qui racconta una storia e svela una meraviglia.

Già dal primo impatto, si rimane a bocca aperta. La struttura di questo castello ha uno fascino particolare, capace di ammaliare anche i grandi del passato, tanto da aver ispirato la facciata e la torre di Palazzo Vecchio a Firenze. Il Castello di Poppi al suo interno ci accoglie con una scalinata scenografica, gioiello dell’architettura rinascimentale che, coi suoi 102 scalini, ci guida alla scoperta del Castello fino alla torre campanaria dove ci aspetta un panorama mozzafiato sulla valle.

Meravigliosa la Biblioteca Rilliana, con i suoi 25.000 volumi antichi donati da Fabrizio Rilli Orsini nell’Ottocento. Meritano una visita approfondita le sale affrescate, le segrete del castello, la bellissima cappella decorata da Taddeo Gaddi e la sala con il plastico della Battaglia di Campaldino, che mostra gli schieramenti delle truppe Guelfe e Ghibelline prima della battaglia, alla quale partecipò Dante Alighieri,  ospitato proprio qui nel castello, durante il suo esilio da Firenze.

Un Castello capace di trasportarci in un’atmosfera da sogno e condurci per mano in un viaggio nel tempo fino al Medioevo, che resterà indelebile nella nostra memoria. Sembrerà di sentire davvero il rumore degli zoccoli sulla pietra serena, la musica delle feste danzanti nelle sale affrescate e la voce del Conte che tuona nel castello.

Il Castello dei Conti Guidi di Poppi

Esperienze suggerite