Cortona DOC

Il Cortona DOC è una denominazione che rappresenta principalmente, rosso, bianco e Vin Santo, tre tipologie di vini prodotti nel territorio della perla della Val di Chiana aretina ai confini con l’Umbria. L’area cortonese presenta infatti tutte le caratteristiche idonee alla coltivazione della vite, come i suoi antichi terrazzi fluviali e alluvionali. I terreni, generalmente poco calcarei, presentano un ottimo equilibrio rispetto alle frazioni granulometriche costituite da argille, limo, sabbie grosse e fini. Dai vitigni, che caratterizzano magnificamente il paesaggio che circonda l’antica lucumonia etrusca, nascono Cabernet Sauvignon, Merlot, Rosso, Sangiovese, Sirah, Chardonnay, Grechetto Vin Santo e Occhio di Pernice nel segno dell’eccellenza. I vini di Cortona si trovano citati in tutte le epoche. Nel I secolo d.C. Plinio il Vecchio descrive la bontà di un pregiato bianco di nome Ethesiaca, il pontefice rinascimentale Paolo III Farnese fa portare a Roma grandi quantità di prodotto nato da questi vigneti, mentre il poeta Giosuè Carducci cerca l’ispirazione davanti a un bariletto dello “stupendo vino” di Cortona. Il Consorzio Vini Cortona DOC, costituito nel 2000, porta avanti una funzione di controllo, tutela e valorizzazione delle circa sessanta aziende vitivinicole che comprendono marchi storici e altri più recenti. Il Syrah oggi rappresenta circa l’80% della produzione nel territorio del Cortona DOC. Il vitigno di origine francese – uno studio genomico del dna indicherebbe come zona di nascita la valle del fiume Rodano – forse giunge in Toscana ai primi del Novecento con il Conte di Montecarlo di ritorno da un viaggio in Francia, anche se un’altra ipotesi lo vuole importato dalle truppe napoleoniche un secolo prima. Le prime testimonianze recenti di Syrah utilizzato a Cortona per produrre vini di qualità risalgono invece agli anni Sessanta del secolo scorso, quando alcune aziende private, trovandone traccia nei propri vigneti, decidono di coltivarlo. Negli anni Settanta, grazie all’Università di Milano, vengono eseguite capillari indagini intorno all’origine genomica analizzando le caratteristiche del terreno e del clima di questa zona di confine della Toscana. Durante le ricerche vengono evidenziate le similarità del clima cortonese con quello della costa francese del Rodano, zona vitivinicola riconosciuta a livello mondiale come la patria del Syrah, vino rosso rubino, elegante all’olfatto, dal gusto secco e armonico che ha trovato a Cortona la sua seconda casa.

Condividi