Stagione teatrale al Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino

19.05.2022 20:30 - 23:00
Preferito

La rassegna teatrale 2021– 2022 comincerà al Teatro Mario Spina dal 2 dicembre e vedrà protagoniste le grandi interpreti della scena teatrale e cinematografica nazionale, quali Donatella Finocchiaro, Valentina Lodovini, Lucia Mascino, Lucrezia Lante della Rovere e la Compagnia Capotrave.

Programma:

9 dicembre 20:30 “Taddrarite
scritto e diretto da Luana Rondinelli, con Donatella Finocchiaro e Claudia Potenza.

12 dicembre ore 17.00 “OZz. Della mancanza e della meraviglia”.
Spettacolo di KanterStrasse, un’associazione culturale e compagnia teatrale di produzione con diversi spettacoli nel suo repertorio.

13 gennaio 2022 ore 17.00 “I musicanti di Brema – Teatro Perdavvero
di Dario Fo e Franca Rame con Valentina Lodovini regia di Sandro Mabellini.

Gennaio 13, 2022 alle ore 20:30 “Tutta casa, letto e chiesa – Valentina Lodovini
Tutta casa, letto e chiesa è uno spettacolo sulla condizione femminile, in particolare sulla servitù sessuale delle donne. Si ride, e molto, ma alla fine rimane addosso una grande amarezza.

13 febbraio 2022 alle ore 17.00 “Servizio Fiaba – Tedacà
Nell’elenco telefonico ci sono numerose lacune. Mancano alcuni numeri di pubblica utilità, che dovrebbero comparire accanto a quello dei vigili del fuoco, del servizio sveglia, del servizio informazioni… Ecco perché abbiamo deciso da oggi di istituire il Servizio Fiabe.

24 febbraio alle 20.30 “Smarrimento – Lucia Mascino
“Smarrimento” è un elogio dichiarato degli inizi e dell’inizio. Di quel momento in cui la persona, la cosa, il fatto, appare o emerge, ci attraversa insomma, creando presenza dove prima c’era assenza.

10 marzo ore 20.30 “L’uomo dal fiore in bocca – Lucrezia Lante della Rovere
adattamento e regia di Francesco Zecca.
Basta scambiarsi un bacio per sentire lo stesso sapore della vita? Basta avvicinare le labbra al proprio amore per sentirne il sapore? Basta sciacquarsi la bocca con il presente per non sentire più il sapore persistente del passato?

L’8 aprile alle 20.30 “Piccola Patria”.
di Lucia Franchi e Luca Ricci, con Simone Faloppa, Gabriele Paolocà, Gioia Salvatori.
Ambientato nel nostro presente, in una non meglio precisata cittadina di provincia, dove sta per svolgersi un referendum che decreterà l’eventuale autonomia dall’Italia, la storia si dipana in tre giorni: il giorno prima, il giorno stesso e il giorno dopo il voto.

Prove aperte

21 gennaio alle 20.30 “Idillio” di e con Lorenzo Morandini.

La coreografia mette in gioco il tema del piacere contrapposto al controllo maniacale delle azioni sulla scena, vissuto attraverso esperienze fisiche che generano nel performer forti contrasti di movimento.
Il progetto vuole riflettere su come sfogare le sensazioni di spensieratezza/urgenza dell’azione, in risposta al costante dubbio e all’insicurezza delle scelte che si fanno ogni giorno, in quanto queste potrebbero sbagliare o avere conseguenze inaspettate a cui non si è pronti a rispondere.

11 febbraio 20:30 “Josephine” con Tamara Bartolini e Michele Baronio.

Il canto di Josefine (personaggio del racconto di Franz Kafka) è un atto taumaturgico, evoca un popolo che, aprendo un momento di estasi e di grazia, dimentica se stesso e si raccoglie attorno all’artista.
La scena è pervasa da una risonanza di performatività in relazione ad un archivio: quello più intimo e personale della compagnia Bartolini/Baronio e quello collettivo, storico, dei luoghi e delle persone incontrate, in cui risuona la sensibilità di chi ha scritto la storia con gesti indimenticabili.

4 marzo 20.30 “Negozio di giocattoli” con Madame Rebinè.

All’interno di un negozio di giocattoli, i tre vecchi gestori si scontrano con il problema del calo degli incassi, della poca affluenza e dei cambiamenti, troppo veloci per le loro gambe stanche. Il negozio di giocattoli non è solo un’attività che cede il passo alle multinazionali ma è il sogno di tre amici, il loro mondo, la loro vita a confronto con quel vento forte che chiude i battenti.
Una storia semplice, poetico e divertente raccontato attraverso la magia del circo, che trova il suo habitat naturale nel gioco e nella fragilità della vita.

18 marzo 20.30 “Dov’è più profondo” (Teatro-Danza) con Irene Russolillo.

Grazie a corporeità, suono e immagini, dov’è più profondo convoca la potenza vibrazionale del canto come spazio-tempo condiviso tra esseri umani. A partire dal confronto con archivi e cantori spontanei, ha origine la creazione coreografica, occasione per analizzare e celebrare aspetti semplici e importanti del vivere-insieme: il rapporto di una comunità con la Storia, il lavoro, la natura.

28 aprile 20.30 “Boxes” con Unterwasser.

“Boxes” nasce da una rielaborazione del teatro Lambe Lambe e da una ricerca sugli effetti e le tecniche del pre-cinema.
Un’opera di teatro visuale, un’installazione composta di “scatole” al cui interno sono racchiuse micro-performance e giochi interattivi, fruibili da uno spettatore per volta.
Il pubblico è invitato a vivere un’esperienza unica, personale, e dedicata, osservando all’interno delle scatole attraverso piccole fessure e spiragli; si immerge in uno spazio intimo e protetto che contiene micro-mondi poetici creati da suoni, meccanismi, caleidoscopi, ombre, stereoscopie ed effetti ottici.

19 maggio 20.30 “Dalla carne e dalle ossa” con Omar Giorgio Makhloufi.

Dalla Carne e dalle Ossa è un’indagine teatrale e drammaturgica sul senso della Fede nell’esistenza umana. In un allestimento in chiave di “assemblea pubblica”, racconta l’Italia pandemica attraverso la storia di quattro identità fragili della nostra società.
Qual è la nostra più grande mancanza?
Abbiamo fede? E se sì, in cosa o in chi? A cosa e a chi credere? Credere, non credere o fingere di credere? Esserci o non esserci?

 

Info
Ingresso ai singoli spettacoli: Platea e I ordine € 20,00
II ordine € 16,00
III ordine € 12,00
“Piccola Patria” posto unico € 16,00
Per maggiori informazioni https://www.liveticket.it/teatromariospina?fbclid=IwAR2bABN1203hCy_1TVum2Su0okFv2njLkd3M4K3PwxOM4EaZG4M3Ew68g5Q

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

Stagione teatrale al Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino

Esperienze suggerite