Il Palio dei Lumi di Pieve Santo Stefano

30.08.2020 - 08.09.2020

Il Palio dei Lumi è il torneo di calcio storico toscano, o calcio in costume, di Pieve Santo Stefano, per celebrare la Madonna dei Lumi, venerata nell’omonimo Santuario pievano e Patrona del paese. Meno violento del calcio fiorentino, ma più spettacolare, questo palio infiamma il paese della Valtiberina dal Rinascimento.

La Festa della Madonna dei Lumi è una solenne festività popolare di carattere religioso che si celebra in onore della Madonna dei Lumi, Patrona di Pieve Santo Stefano, ogni 7 e 8 settembre ed è la più antica ricorrenza tradizionale del paese.  In questa occasione speciale il borgo si accende di splendidi giochi di luci, realizzati dai quattro rioni storici del paese e vi si disputa il Palio dei Lumi.

 

Sangue, polvere e sudore. Sono questi i tre ingredienti magici di questa lotta antica tra i giovani dei quattro Rioni storici di Pieve: Centro Paese dai colori bianco-nero, Ponte Nuovo con giallo-verde, Ponte Vecchio con nero-rosso e Rialto, arancione-verde. Le squadre sono composte da diciotto giocatori: dodici in campo e sei di riserva. Tre giudici di gara: un arbitro e due guardalinee. Tutti nel “Campo dei Lumi”, un’arena in terra battuta, lunga 60 metri e larga 25.

La competizione si articola in due semifinali, tradizionalmente disputate l’ultima domenica di agosto, e la finale, giocata l’8 settembre, giorno della natività mariana e festa popolare a Pieve Santo Stefano dal 1631. 

Il Rione vincitore si aggiudica la medaglia in palio ogni anno; massimo onore è riservato ai calcianti che per primi collezionano tre medaglie, i quali si aggiudicano l’ambito Palio dei Lumi.

Il Palio dei Lumi di Pieve Santo Stefano