Campi museali pasquali, coltivare l’arte per crescere

19.04.2022 09:00 - 12:00
Preferito

Ogni giorno un museo da scoprire tramite attività, laboratori, percorsi didattici, visite teatralizzate, svolte da personale museale qualificato. Confrontarsi con antico e moderno, comprendere civiltà e culture passate e imparare le tecnologie e gli strumenti della scienza della comunicazione. Conoscere le tante storie che possono raccontare gli oggetti raccolti da un antiquario illuminato

Il Museo Archeologico Nazionale e Anfiteatro romano, la Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi e il Museo dei Mezzi di Comunicazione propongono un progetto didattico comune con tre giornate di Campi Museali Pasquali il 14, 15 e 19 aprile, dalle ore 9 alle ore 12, per tutti i bambini dai 6 agli 11 anni, un’esperienza unica e divertente alla scoperta dell’arte, dell’archeologia e della scienza.

Dopo il successo dei campi museali del periodo estivo, i tre musei cittadini confermano la loro sinergia per rinnovare nei giorni delle vacanze di Pasqua l’offerta di un servizio didattico per le famiglie.

Ogni giorno ci sarà un museo da esplorare con attività, laboratori, percorsi didattici: i piccoli visitatori potranno confrontarsi con antico e moderno, comprendere civiltà e culture passate, imparare le tecnologie e gli strumenti della scienza della comunicazione e conoscere le tante storie che possono raccontare gli oggetti raccolti da un antiquario illuminato.

Campi museali pasquali inizieranno giovedì 14 aprile al MUMEC, Museo dei Mezzi di Comunicazione dove i bambini potranno realizzare un percorso alla scoperta della modernità e della tecnologia andando ad esplorare, con laboratori ludico-didattici, la storia della musica, del cinema e della comunicazione fra telegrafia e telefonia. Un itinerario che affronta la storia di quegli oggetti che fanno parte, nell’indifferenza, della quotidianità.

Il 15 aprile, alla Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi d saranno proposti laboratori creativi e giochi tematici per viaggiare attraverso il collezionismo, tecniche artistiche e culture lontane, alla scoperta degli interessanti oggetti raccolti da Ivan Bruschi, fondatore della fiera dell’antiquariato. Un’attività sarà legata alla mostra La scultura di Donatello nelle fotografie di Antonio Quattrone, durante la quale i bambini potranno sperimentare le loro capacità fotografiche e la loro fantasia.

L’iniziativa si conclude  martedì 19 aprile con il Museo Archeologico Nazionale Gaio Cilnio Mecenate e Anfiteatro romano dove i partecipanti saranno coinvolti in un inedito percorso didattico fra Archeologia e Botanica, alla ricerca della flora antica riprodotta nei reperti e della flora attuale che popola l’Anfiteatro.

 

Info: Massimo 12 ragazzi dai 6 agli 11 anni ore 9 – 12
Costo 30 per i tre giorni Casa Museo Ivan Bruschi allo 0575354126 o scrivere alla mail info@fondazioneivanbruschi.it
10% di sconto per i soci Coop – Iscrizione entro il 9-4-2022

Campi museali pasquali, coltivare l’arte per crescere

Esperienze suggerite