Nelle bollenti giornate estive non c'è niente di meglio che un tuffo nell'acqua cristallina per rinfrescarsi. Il mare non bagna Arezzo, ma sono tante e tutte da scoprire le spiagge fluviali aretine dove immergersi nella pace della natura e riprendersi il proprio tempo all'insegna del relax, tra un tuffo dalla cascata e una nuotata nelle piscine naturali nascoste nei boschi del Casentino e del Valdarno.

Chiare, fresche e dolci acque: nell’aretino è proprio il caso di dirlo. Petrarca lo sapeva bene che in Terra d’Arezzo la meraviglia è sempre a portata di mano, soprattutto quando si parla di un’immersione nella natura

In Casentino sono tanti i tratti di fiume dove potersi fermare per fare il bagno, lontani dal caos delle spiagge marittime. La tranquillità regna sovrana e i corsi d’acqua sanno regalarci scenari mozzafiato ed esperienze indimenticabili. Partendo da Stia troviamo il parco fluviale del Canto alla Rana dove è possibile fare un bagno nelle acque dell’Arno: siamo vicini alle sorgenti, per questo l’acqua è purissima e di un verde intenso. Una spettacolare piscina smeraldo. Lungo il fiume Corsalone, nel Comune di Bibbiena, c’è il “mare del Casentino” in località Bocca di Lupo, dove il fiume forma delle piscine naturali scavate nella roccia che si susseguono a catena in una scenografica danza d’acqua. Qui si trova il famoso “Ponte Rosso” dove ragazzi  e ragazze si sfidano in gare di tuffi ad alto tasso di adrenalina. A Strada ci sono “Le Fontanelle” famose per l’acqua limpida, facilmente raggiungibili e con un comodo parcheggio. Nella frazione di Gello, vicino a Chiusi della Verna, tra gli alberi e i cespugli compaiono le piscine naturali di montagna, dove fare sosta per un pic-nic rinfrescante nel bosco.

Nel Valdarno aretino a Loro Ciuffenna c’è il famoso “Pozzone”, una grande piscina naturale poco distante dal paese. Si trova proprio sotto un ponte e raggiungerla non è difficile, l’unico scoglio è la temperatura. Pochi temerari sfidano queste acque pacifiche ma gelide. 

Le spiagge fluviali dell’Arno e dei fiumi dell’aretino ci permettono di scappare dall’afa estiva e per concederci un momento di puro relax nella natura selvaggia, magari dopo una mattinata trascorsa a scoprire le meraviglie di una delle città d’arte della valle. Un’occasione d’oro anche per osservare gli animali del bosco nel loro habitat naturale e incontrare i padroni del fiume: pesci, gamberi e granchi.

  • per gli amanti della natura
  • per chi cerca pace e relax a pochi passi dalla città
  • per gli amanti dell’acqua dolce e dei boschi
  • per chi scappa dall’afa estiva
  • per grandi e piccini
  • per gli amanti degli animali
  • per gli amanti dei pic-nic
  • per gli amanti di tuffi e cascate
  • scarpe comode
  • costume da bagno
  • cappello
  • occhiali da sole
  • crema solare
  • anti zanzare
  • tutto il necessario per il pic-nic
  • macchina fotografica
  • un buon libro

Esperienze suggerite